Augurio pasquale del Vescovo Pierantonio

Stampa

L’augurio che formulo in questa Festa di Pasqua si ricollega all’invito che ho indirizzato all’inizio della Quaresima: «Popolo mio esci dall’Egitto».
In un tempo in cui ci ritroviamo smarriti e spesso privi di prospettive, sia per la nostra vita personale che per la società in cui viviamo, abbiamo bisogno che Dio apra per noi un cammino di liberazione, facendoci uscire dalle tante forme di schiavitù a cui siamo soggetti.
La Pasqua ci permette, se lo vogliamo, di sperimentare la potenza liberatrice di Dio. E’ infatti la festa del passaggio: passaggio dalla schiavitù alla libertà, dalla morte alla vita, dalla dispersione all’unità. Per questo Egli è sceso in mezzo a noi per condividere la nostra sorte e rendersi partecipe della nostra storia fino a dare la vita per noi.
Riconoscerlo come il Signore, vuol dire permettere alla forza della sua Pasqua di entrare nella nostra vita e di sentirci parte di un popolo in cammino.
Chiediamo al Signore di aprire i nostri occhi per saperlo vedere come i discepoli di Emmaus e ritrovare l’entusiasmo e la speranza che abbiamo perduto.
La Pasqua del Signore apra a tutti un tempo nuovo di fiducia e di impegno!

+Pierantonio - Vescovo