• DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
 

DIOCESI di ADRIA-ROVIGO

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Omelia del Vescovo Pierantonio per la Domenica delle Palme

E-mail Stampa PDF

La liturgia odierna è come la grande “ouverture”, che ci anticipa tutto quanto celebreremo nel corso di questa settimana santa e in particolare nel grande triduo pasquale del giovedì-venerdì-sabato santo, la “Pasqua celebrata in tre giorni”.
Il racconto della Passione ci introduce nel mistero di morte e risurrezione che è al centro del mistero pasquale. Il testo di Marco, che abbiamo ascoltato, è sobrio, spoglio, essenziale. L’evangelista non ha bisogno di lunghi discorsi: gli basta metterci davanti ai fatti: gli eventi parlano da soli a chi li sa ascoltare ….
Gesù si avvia da solo, tradito e abbandonato, verso l’ora in cui si consumerà la sua sorte. Egli sa a cosa sta andando incontro, ma, nonostante tutto continua a rendere grazie, a riaffermare la sua confidenza in Dio, a mantenere la fiducia in un al di là vittorioso, a confessare la sua speranza in un’alba di luce.

Leggi tutto...

Ammissione tra i candidati all'ordine sacro del Diaconato e del Presbiterato

E-mail Stampa PDF

Siamo ormai alla fine dell’itinerario quaresimale e la liturgia di questa quinta domenica di Quaresima ci propone un brano evangelico in cui Gesù stesso parla dalla sua «ora». Ai discepoli che gli riferiscono la richiesta dei greci di vederlo, Gesù risponde dicendo che la sua ora è arrivata e che quando sarebbe stato innalzato da terra avrebbe attirato tutti a sé. Gesù prova turbamento al pensiero di ciò che lo attende. Egli condivide l’angoscia di ogni uomo di fronte alla morte e come dice la lettera agli Ebrei nella seconda lettura «nei giorni della sua vita terrena egli offrì preghiere e suppliche con forti grida e lacrime, a Dio che poteva salvarlo da morte e, per il suo pieno abbandono a Dio, venne esaudito». L’obbedienza al Padre e l’amore per gli uomini sono per Gesù più preziosi della sua stessa vita. Egli sa che «se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo; se invece muore porta molto frutto». Egli non è venuto sulla terra per «rimanere solo», ma per «portare molto frutto». Nel brano evangelico che abbiamo ascoltato la via per portare frutto, ossia per raccogliere i dispersi, viene chiaramente indicata: «Chi ama la propria vita la perde, e chi odia la propria vita in questo mondo la conserverà per la vita eterna». Queste parole di Gesù appaiono incomprensibili da un punto di vista umano: tutti amiamo conservare la vita, custodirla, preservarla, risparmiarla dalla fatica. Come si può allora «odiare» la propria vita? Il senso delle espressioni «amare» e «odiare» la vita si può intendere solo guardando a come è vissuto Gesù: lui ha vissuto tutta la sua vita amando gli uomini più di se stesso. La morte in croce rappresenta l’ora in cui questo amore si è manifestato nella sua pienezza: è il momento culminante della storia umana, il punto più alto di amore che l’uomo ha potuto vivere.
E’ questo il contesto in cui si colloca anche il rito dell’ammissione, che ora stiamo per compiere.

Leggi tutto...

Mane Nobiscum Domine 2018

E-mail Stampa PDF

COMUNICATO DEL VESCOVO DI CHIOGGIA RIGUARDO AL MONASTERO DI PORTO VIRO

E-mail Stampa PDF

In spirito di comunione con la vicina Diocesi di Chioggia, ritengo opportuno portare a conoscenza anche dei fedeli della Diocesi di Adria-Rovigo, il comunicato del Vescovo mons. Adriano Tessarollo relativo alla situazione di difficoltà che è venuta a crearsi nel Monastero della Clarisse di Porto Viro.
+ Pierantonio Pavanello

Leggi tutto...

Giornata del Seminario, domenica 28 gennaio 2018, omelia del Vescovo Pierantonio

E-mail Stampa PDF

«Io susciterò loro un profeta in mezzo ai loro fratelli» (Dt.18,18). Questa frase, tratta dalla prima lettura della messa di oggi, è lo slogan scelto per la Giornata del Seminario di quest’anno: uno slogan che ci invita a guardare alla vocazione al ministero del presbitero come una missione profetica. E’ una prospettiva interessante e forse un po’ insolita, perché prevale nella nostra comprensione del prete la dimensione liturgica, legata alla celebrazione della eucaristia e degli altri sacramenti o quella legata alla carità, intesa in senso lato come cura e animazione della comunità.

Leggi tutto...

COMUNICATO IN ORDINE AI NUOVI ORARI DI APERTURA DELLA CURIA DIOCESANA E ALL’USO DELLE CASELLE DI POSTA ELETTRONICA

E-mail Stampa PDF


1. Si comunicano i nuovi orari degli Uffici della Curia diocesana, a far data dallo scorso mese di dicembre 2017.
Lunedì, martedì, mercoledì e venerdì, ore 9 – 12.
Giovedì e sabato: chiuso.

2. Si comunica altresì che sono state tutte disattivate tutte le caselle di posta elettronica con dominio @diocesi.rovigo.it e attivate quelle col nuovo dominio @diocesiadriarovigo.it, così come di seguito specificato:

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
cancelleria@diocesiadriarovigo.it
beniculturali@diocesiadriarovigo.it
archivio@diocesiadriarovigo.it
tribunale@diocesiadriarovigo.it

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
economato@diocesiadriarovigo.it
segreteria.economato@diocesiadriarovigo.it


famiglia@diocesiadriarovigo.it
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
missioni@diocesiadriarovigo.it
sociale.lavoro@diocesiadriarovigo.it


Gli Uffici di Curia, rimanendo a disposizione per qualsiasi chiarimento e scusandosi per il disagio arrecato, ringraziano per la collaborazione

"Il futuro entra in noi molto prima che accada” – Calendario Caritas 2018

E-mail Stampa PDF

Ci sono due modi per leggere il tempo: dal passato verso il presente oppure dal futuro verso il presente. Noi preferiamo il secondo perchè il tempo più carico di vita parte dal futuro. Ed è quindi così che abbiamo scelto di dare il benvenuto al 2018 che sta per iniziare: con un calendario che parla di tutto quello che non è ancora accaduto, ma che già nell’oggi affonda le sue radici.

Lo abbiamo fatto con quattordici testimoni d’eccezione (dieci singoli e due coppie), persone che a diverso titolo sono impegnate nella propria comunità, sia questa la scuola, una famiglia, la Chiesa o quanti vivono ai margini. Ci sono medici volontari, presidi di scuola, operatori sociali, coppie che si sono reinventate nel lavoro e nella vita e coppie che nella maturità della vita si sono messe a servizio di altri, ragazze che sognano in grande e padri di una famiglia non convenzionale.


Il titolo che abbiamo scelto è una citazione di Simone Weil, filosofa e scrittrice francese, che riassume quello che desideriamo raccontare con questo calendario; parla di speranza, che non è attesa passiva di quel che è già previsto, e non è nemmeno semplice ottimismo, ma operosità sostenuta dalla fiducia nell’azione di Dio: lui cerca nella nostra fiducia un varco per aprirsi delle strade in questo mondo, e realizza il suo sogno soprattutto quando ci apriamo all’incontro con l’altro.

Leggi tutto...

COMUNICATO DEL VESCOVO PIERANTONIO SULLA CRISI DELLA SICC

E-mail Stampa PDF

La difficile situazione del mondo del lavoro in Polesine non lascia indifferente la Chiesa diocesana di Adria-Rovigo. Infatti, come ha detto recentemente Papa Francesco nell’incontro con i lavoratori dell’ILVA di Genova «il mondo del lavoro è il mondo del popolo di Dio: siamo tutti Chiesa, tutti popolo di Dio».
Con l’intento di manifestare la vicinanza e la solidarietà della comunità cristiana, il Vescovo, mons. Pierantonio Pavanello, ha incontrato la scorsa settimana gli amministratori e la rappresentanza sindacale della SICC di Rovigo, azienda che sta attraversando un momento di seria difficoltà, a motivo del quale sono stati prospettati una ventina di licenziamenti.
Mons. Pavanello ha espresso la propria solidarietà ai lavoratori e alle loro famiglie e ha auspicato l’impegno delle istituzioni e delle forze sociali ed economiche per dare uno sbocco positivo alla crisi della SICC. Ha incoraggiato la Direzione dell’azienda a cercare tutte le strade per salvaguardare i posti di lavoro e per non lasciar cadere le possibilità di un rilancio dell’attività. Sarebbe gravissimo non solo per l’azienda in questione, ma anche per l’intera comunità polesana, se di fronte alle oggettive difficoltà, si scegliesse la strada di arrendersi chiudendo l’azienda o ridimensionandola in misura significativa.
La crisi della SICC è infatti sintomatica di una situazione che colpisce tutto il territorio polesano e che esige da parte di tutte le forze sociali uno sforzo comune di reazione e di progettazione per il futuro. Da parte sua la Chiesa diocesana si sente impegnata ad offrire quel messaggio di speranza e di impegno condiviso che viene dal Vangelo e dalla Dottrina sociale della Chiesa.

 

Percorsi diocesani per separati, divorziati e/o risposati in nuova unione

E-mail Stampa PDF

A Rovigo il Gruppo "Emmaus",

a Trecenta il Gruppo "Rose dal deserto"

scarica qui il volantino e la brochure conoscitivi

per conoscere il calendario, la proposta ed il percorso

SANTE MESSE IN DIOCESI

E-mail Stampa PDF

Adria
Cattedrale:
Festive 7.30 - 9.15 - 10.30 - 12.00 - 19.00; Feriali: 7.30 - 8.30 - 18.30; Prefestiva 19.00.
Casa di Riposo: 16.30.
Cristo Divino Lavoratore: Festive: 9.45-18.30; Feriali 18.00; Prefestiva 18.30.
Tomba: Festive: 8.00 - 9.30 - 18.30; Feriale: 8.00 - 18.30; Prefestiva: 18.30.
S. Vigilio: Festive: 8.00 - 11.00; Prefestive: 18.30.

Rovigo
Duomo Concattedrale: Festive: 8.30 - 10.00 - 11.30 - 19.00 - Feriali: 8.00 - 10.00 - 19.00
SS. Francesco e Giustina: Festive: 10.00 - 11.30 - 18.30 - Feriali: 18.30.
Unità Pastorale delle "Commende": feriali (dal lunedì al venerdì): S. Maria delle Rose 8.30; Madonna Pellegrina 18.00. Sabato: S. Maria delle Rose 18.00; Madonna Pellegrina 19.00. Giovedì ore 18: S. Antonio. Domenica: 8.30 S. Maria delle Rose; 10.00 Casa Serena; 10.00 Madonna Pellegrina; 11.00 S. Maria delle Rose; 11.30 S. Antonio; 18.30 Madonna Pellegrina.
S. Bartolomeo Apostolo: Festive: 8.00 - 10.00 (Iras - infermeria ore 10.30) - 12.00 - 19.00 - Feriali: 19.00 (Iras - Casa soggiorno sabato ore 10.30).
S. Pio X: Festive: 8.30 - 10.00 - 11.30 - 18.00. Prefestiva: 18.00. Feriali: 8.30 (al mercoledì alle 18).
Tempio Civico B. V. del Soccorso “La Rotonda”: Festiva: 10.30.
Centro Mariano: Festiva: 10.00 - Feriale: 7.30 (sospesa luglio e agosto).
S. Domenico: Festive: 9.00 - 11.00 - 18.00. Prefestiva: 18.00. Feriali: 8.00 - 18.30.
Pp. Cappuccini: Festiva: 7.30 - 9.00 - 11.00 - 17.00. Prefestiva 17.00. Feriale: 9.00 - 17.00.
S. Rita: Festiva: 10.00. Feriale: 18.00 (solo al Sabato)
Carmelo della Trasfigurazione: Festiva: 8.00. Feriale: 7.30.
Ancelle SS.ma Trinità: Festiva 8.30 - Feriale: 7.30.
Ospedale civile di Rovigo: Festive: 8.30; Feriali: 18.00.

Pagina 2 di 2

Vescovo Emerito Lucio

Statistiche sito

Tot. visite contenuti : 615952

Utenti on-line

 1549 visitatori online
Tu sei qui: Home