• DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
 

DIOCESI di ADRIA-ROVIGO

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il 24 marzo: giornata di preghiera e digiuno dei martiri missionari

E-mail Stampa PDF

Questa veglia, che è giunta al 25° anno, non è solamente una doverosa memoria dei nostri fratelli che hanno dato la vita per amore di Cristo e del Vangelo, ma è anche occasione preziosa per ricordarci il legame profondo che sussiste tra la testimonianza e l’annuncio del Vangelo, da una parte, e la prova della sofferenza e della persecuzione dall’altra. Ne è prova del resto la stessa parola “martire”, che nel suo significato originario si riferiva al testimone ed è passato poi ad indicare chi, a motivo della sua fede in Cristo, viene ucciso.

Quale testimonianza più alta ci può essere di seguire Gesù fino al dono totale di sé, rivivendo nella propria carne la sua morte? Il libro degli Atti degli Apostoli ci descrive la morte del primo martire, il diacono Stefano, riprendendo alla lettera le stesse espressioni usate da Luca nel suo Vangelo per narrarci la morte di Gesù: è un modo molto bello e significativo per insegnarci che ogni cristiano che si consegna alla morte per amore di Gesù e del Vangelo, partecipa della sua Pasqua di morte e resurrezione.

Ricordare i nostri fratelli martiri ci ricorda che Gesù è il Signore e davanti a Lui anche il bene della nostra vita terrena è relativo, anzi, perché la nostra vita sia riuscita veramente, dobbiamo accettare di perderla per Lui.

Accogliere l’invito di Gesù ad essere testimoni, significa quindi sempre mettere in conto la prova della sofferenza e della persecuzione. Anche se non ci verrà chiesto il martirio, nel senso di morire per essere fedeli al nostro Signore, dobbiamo sapere che professare la fede ci riserverà anche momenti di incomprensione, di sofferenza, di emarginazione e che sarà proprio allora che dovremo credere, cioè mostrare concretamente che l’amore di Dio vale per noi più di ogni altro bene umano. Sarà allora che sperimenteremo la forza e la consolazione dello Spirito e scopriremo il lievito nascosto che permette al Regno di Dio di crescere e svilupparsi dentro la storia dell’umanità.

Anche il nostro è un tempo di martiri: in varie parti del mondo comunità e singoli soffrono persecuzione. Non solo preti, religiosi e religiose, ma anche fedeli laici rischiano la vita solo perché cristiani. Vogliamo ricordare tra gli altri i nostri fratelli del Medio Oriente, in particolare i cristiani della tormentata Siria e della città martire di Aleppo. Innalziamo al Signore la nostra fervente preghiera perché li liberi dal pericolo e perché doni anche a noi coerenza e fedeltà per essere cristiani veri, capaci di far trasparire nella propria vita la forza e la luce del Vangelo.

+ Pierantonio

Quaresima 2017, appuntamenti a Rovigo

E-mail Stampa PDF

Festa cresimandi 2017

E-mail Stampa PDF

Sabato 1 aprile. «Tu sei Re. Chiamati alla libertà».
Incontro diocesano dei cresimandi ad Arquà Polesine.
Sono invitati tutti i ragazzi che vivranno o hanno appena vissuto la cresima quest’anno, per un
momento di festa e di condivisione assieme al vescovo Pierantonio. È una sorte di ritiro spirituale
proposto dopo la bella esperienza con del giubileo lo scorso anno.

Questi gli orari:
Ore 15.30: ritrovo e accoglienza presso il castello di Arquà polesine
Ore 16.00: «Alla ricerca del Re» attività con gli animatori del vicariato di Crespino – Polesella.
Ore 18.30: «Re della nostra vita». Celebrazione con il vescovo Pierantonio presso la chiesa
parrocchiale.
Si chiede di dare conferma di partecipazione entro lunedì 27 marzo, via mail.


D. Andrea Varliero
Diocesi di Adria-Rovigo, curia vescovile. Via G. Sichirollo 18 - 45100 Rovigo
ufficio catechesi: 0425.209622
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
http://catechistiadriarovigo.blogspot.com/
facebook: Catechisti-Adria-Rovigo

ATTIVITÀ DEL VESCOVO DAL 26 MARZO AL 2 APRILE

E-mail Stampa PDF

Domenica 26: ore 10 celebra la messa e conferisce le cresime a Villanova del Ghebbo; ore 11.30 a Santa Sofia di Lendinara presiede la celebrazione eucaristica per il rito di ammissione tra i candidati agli ordini sacri di alcuni alunni del Seminario diocesano; ore 17 celebra la messa e conferisce le cresime a Lusia per le Parrocchie di Lusia e di Cavazzana

Martedì 28: al mattino a Padova partecipa al Dies Academicus della Facoltà Teologica del Triveneto; ore 18.30 partecipa al Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Diocesano Sostentamento Clero

Giovedì 30: al mattino in Seminario partecipa al ritiro del clero diocesano; ore 18.30 al Centro Don Bosco tiene il sesto incontro del seminario per la Scuola Diocesana di Formazione Teologica su “Amoris Laetitia

Venerdì 31: al mattino riceve su appuntamento in Vescovado

Sabato 1 aprile: nel pomeriggio ad Arquà Polesine partecipa all’incontro diocesano dei cresimandi e celebra la messa

Domenica 2 aprile: ore 11 celebra la messa e conferisce le cresime a Bagnolo di Po

ORARIO DELLA SEGRETERIA VESCOVILE

La Segreteria vescovile (tel. 0425 209633 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) è aperta nei giorni di martedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30

ATTIVITÀ DEL VESCOVO DAL 2 AL 9 APRILE

E-mail Stampa PDF

Domenica 2 aprile: ore 9.30 in Seminario porta un saluto all’Assemblea del Consultorio Familiare Diocesano; ore 11 celebra la messa e conferisce le cresime a Bagnolo di Po


Martedì 4: nel pomeriggio presiede la riunione dei direttori degli uffici pastorali; ore 18 in Seminario partecipa alla commemorazione del prof. Armando Rigobello nel primo anniversario della morte e celebra la messa; ore 21 incontra l’equipe dell’Ufficio diocesano per la famiglia

Mercoledì 5: al mattino riceve su appuntamento; ore 18 a Lendinara presiede la stazione quaresimale; ore 21 a Crespino presiede la liturgia penitenziale

Giovedì 6: ore 15.30 presiede il Consiglio Diocesano degli Affari Economici; ore 21 presiede la prima riunione del nuovo Consiglio pastorale Diocesano

Venerdì 7: al mattino riceve su appuntamento in Vescovado; ore 17 al Centro Don Bosco partecipa alla Giornata di studio della Scuola Diocesana di Formazione Teologica; ore 21 nella Chiesa dei Cappuccini presiede la celebrazione penitenziale del Vicariato di Rovigo

Domenica 9: ore 10.30 in Cattedrale ad Adria presiede la liturgia della Domenica delle Palme

ORARIO DELLA SEGRETERIA VESCOVILE

La Segreteria vescovile (tel. 0425 209633 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) è aperta nei giorni di martedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30

La Quaresima è un nuovo inizio (papa Francesco)

E-mail Stampa PDF

Con il rito delle ceneri, oggi - mercoledì 1 marzo - iniziamo il tempo di Quaresima. Lo definiamo un tempo “forte” dell’anno liturgico non soltanto perché ci vengono proposti alcuni gesti esteriori (l’astinenza dalle carni il venerdì, le stazioni quaresimali, ecc.), ma soprattutto perché è un tempo “favorevole” per la nostra conversione.
Il primo sforzo che devo fare per vivere la Quaresima è quindi quello di prendere coscienza che anch’io ho bisogno di conversione. Non è cosa scontata, perché è facile che mi senta a posto e sia convinto di non aver nulla da cambiare nella mia vita. La domanda che mi devo porre allora riguarda la concreta conversione che il Signore mi chiede in questo momento della mia vita. Se riesco a mettermi davanti a Lui, ascoltando la sua Parola e contemplando il suo volto, comprenderò che ho ancora tanta strada da fare per diventare un vero discepolo. La Quaresima deve essere allora un tempo di preghiera e di ascolto della Parola Dio: è la Parola, infatti, che mi può far vedere la vita con gli occhi di Dio e suscitare in me la forza di decisioni coraggiose.
La conversione è sempre anche un cammino verso i fratelli: non possiamo infatti andare incontro a Dio se non passiamo attraverso i fratelli. Come ci ricorda Papa Francesco nel messaggio per la Quaresima di quest’anno «La Quaresima è un tempo propizio per aprire la porta ad ogni bisognoso e riconoscere in lui o in lei il volto di Cristo. Ognuno di noi ne incontra sul proprio cammino. Ogni vita che ci viene incontro è un dono e merita accoglienza, rispetto, amore. La Parola di Dio ci aiuta ad aprire gli occhi per accogliere la vita e amarla, soprattutto quando è debole». Anche nel nostro territorio non mancano fratelli deboli e poveri che bussano alle nostre porte. Talvolta ci infastidiscono e preferiamo far finta di non vedere le loro necessità: convertirsi è andare incontro anche a loro, andando oltre i sentimenti che proviamo verso di loro e creando relazioni di condivisione e di aiuto.
Conversione è cogliere l’azione di Dio dentro la nostra storia umana. In un tempo di crisi, come l’attuale, è forte la tentazione di pensare che non ci siano motivi di speranza e di fiducia per la nostra società. Meditare la storia della salvezza, invece ci fa scoprire che Dio non ci abbandona e che dentro le nostre vicende tuttora sta scrivendo una storia di salvezza, così come fece per il popolo di Israele schiavo in Egitto.
Solo la mia personale conversione infine mi permetterà di vivere nella verità la gioia della Pasqua, la festa a cui la Quaresima ci conduce. Buon cammino di conversione affinché la Pasqua sia veramente con Cristo risurrezione a vita nuova!
+ Pierantonio

QUARESIMA: UN TELEGRAM DA DIO

E-mail Stampa PDF

 

Un messaggio da Dio: è la sua Parola, che ogni mattina alle 7.00 ti raggiunge nei giorni della Quaresima 2017.

Non è una parola abbandonata a sé stessa. Avvicinata da un’immagine esprime anche la compagnia della Comunità Cristiana con il commento di un presbitero o un laico della nostra Diocesi di Adria-Rovigo. Come essere "in cordata" per camminare insieme verso Pasqua dedicando le prime letture del mattino a Lui. Un pensiero, un dono che si impiglia fra gli impegni della giornata e impedisce alle nostre ore di collassare sul solito baratro delle mille occupazioni.

Come fare: basta scaricare Telegram sul tuo cellulare e unirti al canale t.me/adriarovigo5pani2pesci

 

 

"Povere generazioni" - momento di spiritualità e formazione per operatori Caritas

E-mail Stampa PDF

 

E’ ormai una tradizione per volontari e operatori della carità ritrovarsi in occasione della “festa di S.Maria presso la Croce” per un momento di spiritualità e formazione.

Quest’anno l’appuntamento, promosso dalla Caritas diocesana di Adria-Rovigo unitamente alle Suore Serve di Maria Riparatrici, al Vicariato urbano di Rovigo e alle Caritas parrocchiali cittadine, è giovedì 6 aprile alle ore 18,30 presso il Centro mariano in via dei Cappuccini 17 a Rovigo.

L’importante tema scelto per quest’anno è quello del rapporto tra generazioni; la distanza tra adulti e giovani è segno e origine di tante povertà e sofferenze del tempo che stiamo vivendo  ed è sembrato a tutti importante affrontarla. Un interessante apporto alla riflessione sarà dato da Giorgio Pusceddu della Caritas diocesana di Padova, che agisce da tempo sul “fronte” giovanile e potrà aiutare anche le nostre comunità e realtà di volontariato a capire a quali conversioni sono chiamate.


Questo nel dettaglio il programma della serata (6 aprile 2017):

    ore 18,30: Vicini ai poveri ma lontano dai giovani? – Accoglienza e introduzione
    ore 19,00: “Tu padre ed io, angosciati, ti cercavamo” – Tempo di silenzio e ascolto del Vangelo. Cena in sobrietà
    ore 20,30: Generazioni che sanno farsi prossime – Intervento di Giorgio Pusceddu, Caritas diocesana di Padova
    ore 22,30: Conclusione

Per informazioni: Caritas diocesana di Adria-Rovigo, via Sichirollo 58, tel 0425 23450

CATECHESI QUARESIMALI DI MONS. SANTE BABOLIN

E-mail Stampa PDF

Nei venerdì del mese di marzo presso la Chiesa Parrocchiale di Stanghella (PD) con inizio alle ore 21 mons. Sante Babolin, presbitero diocesano di Padova, terrà delle catechesi in preparazione alla Pasqua con il seguente programma:

3 marzo - Dignità dell’uomo (creazione)
10 marzo - Gesù amico dell’uomo (redenzione)
17 marzo - Nostro posizionamento in Cristo (conversione)
24 marzo - Combattimento spirituale (perseveranza nella fede)
31 marzo - Gesù buon samaritano (pentimento e ritorno al Signore)

Leggi tutto...

Don Ferruccio Frare nel seno del Padre

E-mail Stampa PDF

Il Vescovo di Adria-Rovigo Pierantonio Pavanello,
il Vescovo di Vittorio Veneto Mons. Corrado Pizziolo con i loro presbiteri,
la Parrocchia di Falzé di P., le sorelle, la cognata, i nipoti, i pronipoti e i parenti tutti
annunciano la morte nel Signore del sacerdote

DON FERRUCCIO FRARE, arciprete emerito di Salvaterra

che ha esercitato il suo lungo e fedele ministero sacerdotale come vicario cooperatore e come parroco nelle diocesi di Vittorio Veneto e di Adria-Rovigo.
Ricordandone l’esemplare vita sacerdotale, si uniscono riconoscenti in preghiera e affidano la sua anima a Gesù Buon Pastore quanti hanno beneficiato del suo servizio pastorale.
La liturgia esequiale, presieduta dal Vescovo Mons. Corrado Pizziolo, sarà celebrata nella Parrocchiale di Falzè di Piave

 

martedì 21 febbraio, alle ore 15.30.

Si pregherà il S. Rosario in suffragio, sempre nella chiesa di Falzè di Piave lunedì 20 febbraio, alle ore 19.00
---------------------------------------------------------------------------------

La salma sarà sepolta nel cimitero di Falzè di Piave, ove il caro don Ferruccio era nato il 20 aprile 1926.

Ecco l'omelia del Vescovo Corrado Pizziolo (Vittorio Veneto)

Leggi tutto...

Incontro Politici 2017

E-mail Stampa PDF

Continuando l’iniziativa avviata da mons. Lucio - molto apprezzata da quanti vi hanno preso parte - lunedì 6 febbraio dalle 17:30 alle 20 circa, si terrà presso il Centro Don Bosco a Rovigo,
il 13° Incontro dei Politici e degli Amministratori del Polesine con il Vescovo Pierantonio.

L’invito è rivolto agli amministratori locali e ai rappresentanti delle organizzazioni economiche e sindacali (ma è aperto a tutti) e si propone di offrire uno spazio di riflessione e di approfondimento su tematiche che interessano la società civile.

PROGRAMMA
ORE 17.30 Accoglienza
ORE 17.45 Interventi di Edoardo Gaffeo, Giorgio Osti, Vincenzo Rebba, Roberto Tovo sul tema

Polesine 2020: a che punto siamo?

Seguirà il dibattito e, a seguire, l'intervento del Vescovo Pierantonio.

Ore 20.00: cena comunitaria presso il Ristorante del Centro Don Bosco
Per informazioni e adesioni
Don Carlo Marcello
tel. 0425.405232
cell 334.2418594
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Pagina 1 di 2

  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »

Vescovo Emerito Lucio

Statistiche sito

Tot. visite contenuti : 504341

Utenti on-line

 105 visitatori online
Tu sei qui: Home